nordic-walken-3

Il Nordic Walking

Il Nordic Walking è un tipo di attività fisica e sportiva, si pratica utilizzando bastoni appositamente studiati, simili a quelli utilizzati nello sci di fondo.

Il concetto generale della camminata nordica è stato sviluppato sulla base dell’allenamento e insegnamento fuori stagione dello sci di fondo.
Inizialmente veniva utilizzata solo dai migliori atleti dello sci di fondo, del biathlon e della combinata nordica poiché non era adatta per il fitness: la lunghezza dei bastoncini richiedeva infatti una tecnica difficile ed implicava uno sforzo molto intenso nell’allenamento. I  bastoni di alluminio in uso in quel periodo, inoltre, trasmettevano le vibrazioni direttamente alle articolazioni di mani, braccia e spalle, provocando di conseguenza disturbi in quelle zone.

Oggi i bastoncini per il Nordic Walking sono prodotti in fibra di carbonio e vetro e sono appositamente studiata per limitare le vibrazioni, sono dotati di passanti per le mani così da permettere una conduzione precisa dei bastoncini, senza doverli stringere con forza.

Rispetto alla normale camminata, il Nordic Walking richiede l’applicazione di una forza ai bastoni a ogni passo. Ciò implica l’uso dell’intero corpo (con maggiore intensità) e determina il coinvolgimento di gruppi muscolari del torace, dorsali, tricipiti, bicipiti, spalle, addominali e spinali, assente nella normale camminata.
L'attività può generare un incremento fino al 46% nel consumo di energia rispetto alla camminata senza bastoni. È stato anche dimostrato l’aumento di resistenza della muscolatura del tronco superiore fino al 38% in sole dodici settimane.

Il coinvolgimento forzato della muscolatura genera effetti superiori a quanto ottenibile con una normale camminata con gli stessi ritmi, come ad esempio:

  • aumento generalizzato della forza e resistenza nei muscoli principali e nel tronco superiore
  • aumento significativo della frequenza del battito cardiaco a parità di ritmo
  • miglioramento delle vie vascolari ed efficienza dell’apporto di ossigeno
  • maggior facilità nella risalita di pendii
  • consumo di maggior quantità di calorie rispetto alla normale camminata
  • miglioramento di equilibrio e stabilità
  • alleggerimento significativo degli sforzi su anca, ginocchio e caviglie
  • riduzione degli sforzi sulla struttura ossea